Data: 02/06/2019
Durata: Giornata intera 6-8 ore
Livello: Media

Punto d'incontro: Stazione bus, Ponte di Legno

Lunghezza del percorso: 14 km 

Dislivello: 200 m 

Tipo di percorso: Misto: asfalto e sterrato

Abbigliamento consigliato: Giacca impermeabile - Cappello

Calzature consigliate: Scarpe da passeggio comode o scarponi leggeri

Attrezzatura consigliata: Bastoncini da trekking

Pranzo: Pranzo a sacco portato da casa o pranzo in un bar

Costo: € 15 più biglietto di bus per tornare (€1,60) *Prezzi personalizzabili per gruppi

Numero minimo: 10

Tipologia Evento:
Descrizione:

Il nostro tour inizia a Ponte di Legno, in alta Valcamonica, che raggiungeremo tramite il treno e poi il bus di linea oppure con mezzo proprio.  Tramite una strada recentemente asfaltata raggiungeremo quindi Villa Dalegno da cui inizierà il nostro percorso vero e proprio: dopo la visita al bellissimo borgo di Villa Dalegno e alla parrocchiale di San Martino, inizieremo una via mulattiera, ritenuta una via di percorrenza antica dell’alta Valcamonica. Lungo questo tracciato molto panoramico sulle cime delle montagne più significative dal gruppo dell’Adamello, incontreremo dapprima Lecanù, sopra Temù  e la chiesa dei Santi Martiri e poi proseguendo sulla mulattiera verso Vione la chiesetta di Sant’Alessandro (campanile del XIII secolo) entrambe rifacimenti del XVI secolo di chiesette fondate secondo leggenda dallo stesso Carlo Magno. Alla medesima influenza della tradizione cristiana “francese” appartiene la bellissima parrocchiale di Vione dedicata a San Remigio, vescovo di Reims che battezzò Clodoveo re dei Franchi. A Vione sosteremo per il pranzo e la visita del bel borgo alpino, ancora caratterizzato dalla presenza dei vecchi tradizionali “tabià”, fienili, che sono ormai scomparsi quasi ovunque nell’alta Valcamonica per fare spazio all’edilizia turistica moderna.

Dopo il pranzo proseguiremo sulla bella strada-mulattiera recentemente sistemata per la realizzazione dell’itinerario ciclo-pedonale della via Carolingia, che ripercorre l’antico percorso del leggendario passaggio di Carlo Magno in alta Valcamonica. Lungo questo tratto incontreremo folcloristiche tradizioni (come la “grotta delle bambole”) e nuovamente meravigliosi panorami sul gruppo Adamello-Baitone. Raggiungeremo quindi la chiesetta di San Clemente sopra Vezza d’Oglio: l’attuale forma cinquecentesca rivela, grazie alla presenza del campanile romanico, la sua origine medievale e tradizione vuole che qui fosse posto uno xenodochio (oggetto di recenti ricerche archeologiche) per i viandanti lungo l’importante via di percorrenza dell’alta Valle di cui il nostro itinerario segue le tracce.

Giunti quindi a Vezza d’Oglio ci dedicheremo alla visita del centro storico dell’abitato (nucleo antico oggi soffocato dalla moderna edilizia turistica) con la chiesa parrocchiale di San Martino in piazza IV Luglio (dove si ricorda la battaglia garibaldina della Terza Guerra di Indipendenza qui combattuta nel 1866) .

Rientro per il tratto Vezza d’Oglio – Ponte di Legno con il bus di linea.

Prenotazione all'evento

€15,00


Vuoi altre informazioni oppure proporci un itinerario?

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando "ACCETTO" permetti il loro utilizzo. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi